lunedì 3 settembre 2018

"Perchè non ti cerchi un lavoro normale?" come far capire al mondo che anche i creativi lavorano






L'altra sera parlavo con la mia amica Gerarda di Cosedaweekend di quanto sia difficoltoso, per chi fa un lavoro creativo, essere presi sul serio.

E tra un "perchè non ti trovi un lavoro normale, almeno part time" e un "bella la vita così, eh", ho deciso di scrivere questo post per spiegarti un pò in che cosa c'è dietro l'oggetto che vedi in bella mostra tra le foto del mio sito o sulla pagina Facebook.

Prendiamo ad esempio la creazione che ho appena finito, la Capsula del Tempo del piccolo Mattia, e percorriamo insieme a ritroso il percorso che ha fatto questo scrigno con il koala.




Partiamo dal principio:

Mentre facevo un lavoro di ricerca online sull'argomento "nascita" ho scoperto la Shadow Box, una piccola vetrina che contiene una raccolta di oggetti legati da un tema, in questo caso l'arrivo al mondo di un bimbo.

                                    foto di i.pinimg.com


Ho una vera passione per le scatole di tutti i generi, e nei vari mercatini a cui ho partecipato ho notato che i bimbi sono sempre  incuriositi dagli scrigni esposti sul banco;  prendendo spunto dalla Shadow Box, ho fatto prove e esperimenti, rivisitandola a modo mio, e ho creato la Capsula del Tempo, uno scrigno in legno che dipingo a mano dove conservare i primi ricordi di un bimbo.

Ho decorato i prototipi dei  cofanetti, allestito il set fotografico,  realizzato le immagini e i testi  per la pubblicità sui social e sul sito,
ho   scritto una sales page per il blog dove descrivo in tutti i dettagli la mia nuova creazione,  approfondito quella parte del marketing che serve a far un buon lancio online di un nuovo prodotto e dopo le prime vendite  la mia Capsula ha cominciato ad essere apprezzata.

Così mi è arrivata la richiesta della mamma di Mattia, che desiderava uno scrigno per la cameretta del piccolo; ci siamo scambiate qualche informazione, mi ha mandato le foto della stanza (bellissima tra l'altro!) e insieme abbiamo  definito colori e illustrazioni da utilizzare per la sua Capsula del Tempo.





Partendo dalle decorazioni che già aveva alle pareti, ho disegnato un nuovo personaggio (che andrà ad arricchire la gallery delle mie illustrazioni) il koala, e abbiamo optato per i toni del verde.

La palette che le ho proposto le è piaciuta subito - yeah! - ma a volte questa fase del lavoro dura interi pomeriggi, tra prove, disegni, indecisioni, abbinamenti, bozze e aggiustamenti vari - e a questo punto è cominciata la realizzazione vera e propria del cofanetto.



Disegno, base , colore, asciugatura , rifinitura dei particolari ....e finalmente lo  scrigno  è pronto.

Siamo all'ultimo passaggio: un  pacco regalo speciale per Mattia, con etichetta handmade e un'imballo ben fatto in modo che tutto arrivi a destinazione integro...prenoto il corriere e spedisco.


Tradurre in soldoni tutte queste attività è difficile, dare il giusto prezzo a tutto ciò mette sempre un pò in crisi (e in perdita il più delle volte) chi fa un lavoro artigianale; io seguo il sistema che ho imparato da Francesca Baldassari , espertissima consulente di brand di artigianato, dando una tariffa oraria al mio lavoro e sommando il costo del mio tempo e delle mie competenze  a quello  del materiale, e nello specifico per questa Capsula del Tempo si tratta di 35 euro, neanche un milione di dollari.

E alla fine di questo lungo percorso , molto spesso , c'è anche  chi se ne esce con il suo "E uno sconticino non me lo fai?".

La mia faccia quando ricevo questa domanda te la lascio immaginare. 

Spero di averti dato un'idea del "dietro le quinte" di un laboratorio creativo e se hai dubbi o curiosità scrivimi, che ti racconto volentieri cosa succede alla Bottega della Strega.

E per chiudere, auguro a tutti di trovare il lavoro ideale , che io il mio mestiere "anormale" me lo tengo bello stretto!